L’impossibile che diventa possibile, la paura dell’ignoto che si trasforma in voglia di fare, l’ambiente caotico metropolitano che si tramuta in un’oasi verde di pace e tranquillità, in cui la condivisione di intenti ed esperienze assume le dimensioni di una vera e propria sfida per cambiare in meglio la qualità della vita dei cittadini: per tanti di noi sembra un sogno ad occhi aperti, ma in un mondo che va a cento all’ora, c’è chi riesce a stare al passo coi tempi e a rendersi conto che, per la costruzione di una smart city, la tecnologia fine a se stessa non può sostituire la ricchezza delle relazioni, la scelta partecipata e la cultura dei cittadini.

Smart – il marchio che ha rivoluzionato il concetto di mobilità urbana e che ha da poco lanciato sul mercato le nuove smart fortwo e smart forfour – ha deciso di mettersi alla ricerca di queste intelligenze proiettate nel futuro lanciando “smart FOR city”, un concorso dedicato a tutte le start up italiane e a tutti coloro che presenteranno un progetto innovativo, focalizzato sulla riqualificazione urbana o sul miglioramento della qualità della vita in città. Vi ricordate? Ve ne avevo parlato qua. Sono passati quasi due mesi dal lancio del progetto e sono stati oltre 100 i progetti e le idee caricate sulla piattaforma del concorso.
Quattro le categorie su cui dovevano concentrarsi i progetti: mobilità, work/life balance, sicurezza e sostenibilità ambientale.

smartcity-short-list-progetto

 

Su smartforcity.com è possibile consultare tutti i progetti caricati dalle start-up grazie a dei brevi abstract, divisi per area tematica: spazi attrezzati per attività di socializzazione e a sostegno della genitorialità, prodotti in grado di ricaricare qualsiasi dispositivo dotato di presa Usb, navigatori senza schermo per biciclette. Tra le proposte si trova davvero di tutto, anche se a farla da padrone sono le app, attorno alle quali sembra girare ogni possibile innovazione applicata alle “smart city”.

Il parcheggio non è il vostro forte? Con l’app “Parcheggiamo”, per esempio, potreste segnalare che state liberando un parcheggio a chi, un parcheggio, lo sta invece cercando. Ricorda agli smemorati (o smemorate) il luogo dove hanno parcheggiato e segnala se stai parcheggiando correttamente, permettendo di pagare il parcheggio direttamente dal tuo smartphone. Un modo molto carino e semplice che vuole limitare lo stress, permetterci di risparmiare tempo e denaro, e generare statistiche utili alla comunità.

Se siete curiosi di conoscere quanta creatività ci sia nel nostro paese provate a sbirciare tra le altre proposte raccolte sul sito di smart FOR city e votate con i “Like” quelle che più vi piacciono! A breve sapremo quali tra i progetti presenti sulla piattaforma entreranno a far parte della shortlist finale degli aspiranti vincitori (5 in totale), che sarà resa nota durante il Motor Show di Bologna, in programma dal 6 al 14 dicembre 2014. Il premio finale consiste in 3 mesi di incubazione presso H-Farm e in un contributo economico (50.000 euro) a supporto della realizzazione dell’idea stessa. Per essere informati su tutte le fasi finali del progetto, seguite i canali social dell’azienda (Facebook, Twitter).