Le francesi non sono geneticamente predisposte per essere elegantemente snob in ogni istante della loro vita quotidiana, non sono naturalmente magre e non hanno la pelle come una bambola di porcellana. Le francesi sono fieramente malinconiche, mangiano croissant a colazione solo la Domenica (o quando sono estremamente tristi) e malgrado la loro sorprendente personalità hanno bisogno di essere continuamente rassicurate. Amano la pioggia solo quando c’è il sole ed amano il sole solo quando scende la pioggia; amano la solitudine solo quando sono nella metro all’ora di punta senza aria condizionata o alla festa di compleanno del fidanzato che le ha mollate (ma mai si domanderanno perché abbiano accettato l’invito).

foto1

Quando ridono nessuno sa mai di che colore sono le loro gengive a meno che non siano molto ubriache di champagne ma si sa, le francesi non si ubriacano mai. Non indossano abiti succinti perché un reggiseno nero sotto una camicetta bianca sarà sempre più sensuale di qualsiasi scollatura vertiginosa o minigonna inguinale. Portano degli occhiali grandi e scuri per nascondere alle persone che cosa stanno osservando ed i violacei segni sotto gli occhi causati dallo champagne della sera prima che ovviamente loro non hanno bevuto. Se la mattina si svegliano sentendosi stranamente grasse scelgono nell’armadio quel maglione largo, blu che lascia una spalla scoperta per evitare di trascorrere tutto il giorno a controllare se effettivamente è aumentata la percentuale di grasso depositatosi sui fianchi. I loro capelli devono avere un colore assolutamente naturale e i ciuffi bianchi sono peggio dell’aglio prima di una seduta dal dentista (piuttosto se li tingono, di loro volontà, tutti color neve); scelgono un taglio comodo e che non richieda troppe cure anche se poi dedicano ai capelli più coccole che al loro fidanzato.

La francesi considerano i social network un mezzo di comunicazione simile al piccione viaggiatore e non la pagina del diario segreto che avevano a sette anni perché nessuno ha il diritto di sapere cosa succede nella loro emozionante e soddisfacente vita privata, anche se il Venerdì sera sono rimaste a casa sul divano in compagnia del gatto e di una ciotola di pop-corn.

foto2

Amano le magliette a righe e le collane di perle per ricordare sempre al mondo intero che loro sì, sono connazionali di Coco Chanel ma no, non hanno alcun abito firmato con la doppia C. Scelgono delle sneakers bianche o il tacco dodici perché detestano il mezzo tacco tanto quanto il McDonald e non importa se il loro armadio ha pochi abiti perché l’importante è la qualità e non la quantità. La loro filosofia di vita è –ridurre al minimo, sempre- e perciò prima di uscire di casa guardandosi allo specchio tolgono sempre l’ultimo accessorio che hanno indossato a meno che si tratti della borsa (che è sacra tanto quanto la baguette). Mettono sul viso la protezione solare per proteggere la pelle dai raggi UV ed evitare di avere a quarant’anni più rughe di un cucciolo di sharpei; non abbinano mai il rossetto rosso con gli smokey eyes o gli orecchini di diamanti con la collana d’oro perché essere appariscenti come l’insegna a neon del Moulin Rogue non è per nulla chic.

Le francesi sono consapevoli che tutte le donne famose nel mondo per la loro -allure alla francese- non erano assolutamente francesi.

French actress Brigitte Bardot and her husband Gunther Sachs. FRANCE - 1968

foto4