Ho sempre avuto un debole per le agende e per i taccuini: nei ricordi d’infanzia, sono legati alla nonna, a quei foglietti ingialliti che ancora adesso ritrovo nei libri di Ikebana.

Quella scrittura “tonda”, morbida, quegli appunti che racchiudevano storie bellissime, fatte di Giappone, fiori e tanta poesia.

Per caso sul web ho scovato 13sedicesimi.com, ovvero 13 blocchetti di fogli ripiegati in sedicesimo e rilegati a filo. E’ stato amore a prima vista. Saranno le fotografie, i dettagli, ma c’è qualcosa che mi ha catturata, e così ho deciso di scrivere una mail per sapere com’è nata quest’idea di realizzare taccuini ed agende con materiali davvero pregiati e, soprattutto, personalizzabili.

dettaglio

Dietro a 13sedicesimi c’è Silvia Caligaris. Dopo una chiacchierata al telefono per rompere il ghiaccio, le ho chiesto di raccontarmi com’è nato il suo progetto, e lei ha accolto la mia richiesta, raccontando il tutto sotto forma di lettera. Ecco la sua storia:

“Questo è stato un anno bellissimo per me, l’anno della mia vita 2.0, come amo definirlo. Dopo oltre 20 anni di direzione creativa nella mia agenzia di pubblicità, Orange 021, l’anno scorso a dicembre, per motivi squisitamente personali, ho deciso di mollare tutto e mettermi a lavorare da sola. 

Mi sono quindi rimessa sul mercato come consulente, di brand e corporate identity, perché loghi, packaging e immagini coordinate sono la cosa che mi viene meglio e perché, per farli, non ho bisogno di nessuno, posso lavorare da sola.

Ufficio in casa, magnifico! Migliora la qualità della vita, molto più tempo per me, seguo meglio anche le mie figlie. Il lavoro non manca, ma soprattutto è più snello, veloce, e posso dedicarmi anche ad altri progetti.

Ad Aprile un conoscente, un amico di mia sorella, Claudio, mi propone di studiargli un’agenda o un quaderno, che si possa personalizzare anche in singola copia. Lui, un esperto di stampe digitali. L’idea mi alletta e ho tempo per farlo.

Ho passato anni a prendere appunti in riunione. Mi facevo da sola i block notes, rilegati a spirale con la copertina rigida (perché si scrive meglio) per annotarmi le richieste di clienti diversi, in appuntamenti diversi. La spirale però imbroglia la scrittura, la pagina di sx diventa scomoda. Le agende rilegate, con il dorso, non si aprono bene, i quaderni a punto metallico sono bruttini e possono avere solo poche pagine. Se si elimina il dorso, si risolvono i problemi. Rilegatura in sedicesimi allora, a filo. 

E, per gli appunti, ho sempre sognato di avere un indice, che rimandi a pagine numerate: da pag. 10 il progetto con quel cliente, dalla 30 gli appunti per un altro, dalla 60 le mie riflessioni come in un diario, al fondo, perché no, la ricetta da fare a breve.

La copertina deve essere rigida, perché sia comoda, anche se non c’è un tavolo.

Le pagine a righe, ma anche vuote se mi viene voglia di fare uno schizzo.

Insomma, in questi quaderni, e nelle agende, ogni dettaglio è nato da una mia esigenza e rispecchia lo stile sobrio e minimale, che è l’unico che non mi stufa.

La carta è di buona qualità, perfetta per scrivere, calda nella sua tonalità avorio, e le copertine devono essere ecologiche, riciclate.

Per la personalizzazione poi la stampa digitale l’abbiamo abbandonata, avendo trovato il modo di fare un’incisione. E con il nome e la citazione preferita, questi taccuini o agende diventano davvero in copia unica.

Da poche settimane ho pubblicato il sito di e-commerce per la vendita. 

Ho curato la grafica, scattato ogni foto e anche questa per me è stata una nuova esperienza. A breve la versione in inglese per provare con l’estero. 

E con Claudio intanto è nata non solo la società, ma anche un’amicizia.”

Ecco come un taccuino o l’agenda 2014 personalizzata con una vostra incisione possano essere l’idea regalo per il Natale che sta arrivando. Inoltre, per tutto il mese di Dicembre, in fase di acquisto su 13sedicesimi.com, inserendo il codice FFB1312 avrete 1€ di sconto per la personalizzazione con incisione da 40 a 200 battute.

dettaglio-01