Come spesso accade a chi ha origini siciliane, anch’io tengo i cuggini americani!

Avete presente quando una sorella di tuo nonno emigra a Ellis Island e partorisce quattro figli maschi? Oggi posso dire con orgoglio che almeno duecentocinquanta Italoamericani che vivono nel Jersey Shore sono Cugginiammè.

E ieri sera si chattava su Facebook a proposito del Super Bowl, la finalissima del campionato di Football Americano, l’evento mediatico dell’anno. E loro si stupivano che anche in Italia fosse possibile vedere la partita in diretta in TV. In un primo momento ci ho riso sopra, ma alla fine ho pensato che, se qualcuno di loro mi avesse detto che sarebbe rimasto sveglio di notte per vedere la finalissima di Coppa Italia, probabilmente avrei fatto la stessa riflessione.

Quindi ieri sera, dopo aver mangiato un hamburger fatto in casa e bevuto una Coca, alle 00:30 mi sono sintonizzato su Italia 1 pronto a partecipare nel mio piccolo al sogno americano.

Perchè il Super Bowl è un appuntamento storico e irrinunciabile da parte dei discendenti della Mayflower; tutti gli Stati Uniti si fermano per assistere alla partita dell’anno, in un tripudio di barbecue, popcorn, birra, pizza e alette di pollo.

NFL alette di pollo

Già, le alette di pollo. Si stima che stanotte siano state divorate almeno un miliardo di alette di pollo fritto. Mi immagino cinquecentomila poveri polletti mandati al macello senza che nessuna associazione ambientalista, nessun Gabibbo, nessun Facebookkiano “FATE GIRARE” abbia potuto fermare l’appetitosa carneficina.

NFL polli

E, mentre stamattina almeno sette milioni di Americani marcheranno visita stando a casa dal lavoro (e poi dicono di noi, quando festeggiamo per lo scudetto della nostra squadra del cuore!), si stima un incremento del 20% nel consumo di antiacidi e digestivi (per forza, con tutto quel buon sano cibo American Style…)

NFL cibo americano

Comunque, per la cronaca, siccome ero già pacatamente soddisfatto del tre a uno della Juve sull’Armata Brancaleone Inter e siccome il football americano è bello, ma io aspettavo anche gli incredibili spot americani, e invece Italia Uno mi manda in onda la solita sfigata di Vodafone che parla con un pinguino, alle 00:48 mi è calata la palpebra e me ne sono andato a dormire.

Tanto, tutto quello che di importante è capitato in quelle tre ore lo vedrò oggi su You Tube.

Tutto tranne le alette di pollo. I LOVE THIS GAME!