Benvenuti nell’epoca dell’adorazione sfrenata per i regimi dietetici restrittivi e per il fitness, come se fossero il Santo Graal del ventunesimo secolo. Un tempo dove le donne non vanno in giro con eleganti abiti di tulle rosa e scarpette di cristallo, ma con top sintetici fluorescenti e magiche sneakers per tonificare i glutei. Un mondo dove mangiare ostriche e champagne è dannatamente out perché aumentano l’adipe e la ritenzione idrica, e dove è decisamente più chic pasteggiare con avocado e quinoa. Un’era in cui gli agnolotti al sugo d’arrosto della nonna sono la reincarnazione terrena di lucifero, per non parlare del burro, che è stato screditato anche peggio di Wallis Simpson, quando scappò con il Duca di Windsor per amore.
Insomma, benvenuti nell’epoca in cui il metabolismo veloce diede un dolce calcio nel sedere al principe azzurro sul suo cavallo bianco.

metabolismo veloce

Ebbene sì, ormai la forma fisica perfetta è l’oggetto dei desideri di chiunque abbia capacità d’intendere e di volere, perché va bene sentirsi belli dentro, ma un sedere sodo come quello di Adriana Lima o come quello di qualsiasi angelo di Victoria’s Secret (nel dubbio, non ne disdegniamo manco uno), tanto male alla nostra pace interiore non farebbe. Così passiamo le giornate a programmare pasti salutari e sedute intensive-barra-spiritiche in palestra, per cercare di combattere quei due chiletti che si sono improvvisamente accomodati sui fianchi, e per ingannare un metabolismo che pare un parente lontano del bradipo.

Su Google non si cercano più Chanel 2.55 o Louboutin di seconda mano, ma come combattere la cellulite più ostinata e come perdere due taglie in due giorni, perché è sempre vivida la speranza che qualcuno scopra finalmente l’equazione definitiva che riveli il più grande enigma di tutti i tempi: ovvero, come essere magri mangiando qualsiasi delizia ipersuperstramegacalorica, come e quando lo desideriamo.

metabolismo dolci

Una soluzione non c’è. Purtroppo la fata madrina e il diavolo non sono più disponibili per realizzare codesti desideri di bellezza, quindi non basterà un tocco di polvere magica o, versione più tragica, vendere l’anima al demonio come Dorian Gray, per rimanere eternamente giovani e affascinanti.

Tuttavia, ecco alcuni piccoli consigli per assaporare la vita in tutte le sue forme (comprese quelle dei biscotti di pasta frolla o del gelato al pistacchio) rimanendo in pace con se stessi e con un’adeguata forma fisica. Non vi consiglierò di bere acqua e limone tutte le mattine o di impegnarvi in strazianti circuiti ad alta intensità perché, come ogni paio di scarpe apparentemente perfetto, se quando le provi non riesci neanche a camminare, probabilmente quelle non sono le scarpe perfette per te, e capirai che è decisamente meglio optare per dei semplici ed eleganti sandali (notare l’elaborata similitudine, grazie).

metabolismo torta

#1. Ascoltate il vostro corpo, perché lui è l’unico che sa davvero ciò di cui ha bisogno. Se la mattina vi svegliate con un’irrefrenabile voglia di pizza con la mozzarella di bufala (e non siete incinte), è perché anima e stomaco ne necessitano assolutamente e voi dovete proprio accontentarli. Lo stesso vale per cibi più sani. Se un giorno desiderate mangiare solo frutta e verdura per depurarvi e sgonfiare la pancia, fatelo. Non riflettete sul calcolo delle calorie giornaliere o sui rapporti tra macronutrienti, perché tanto non morirete mai di fame. Cercate di fare pace con voi stessi, e imparate a distinguere una necessità da un banale capriccio.

#2. Mangiate di tutto, ma con moderazione. Assaporate ogni boccone della vostra pietanza come se fosse l’ultimo e non prendete mai il bis (ovviamente ogni regola conosce dell’eccezioni). Se poi avete ancora un certo languorino, saziatevi con un bel piatto di verdura arricchito con le spezie che preferite.

#3. Muovetevi. Non dico di rinchiudervi in palestra con il vostro istruttore tutti i santi giorni, perché non essendo pagate per rimanere in forma smagliante come tutte le modelle (e questo ci tenevo proprio a dirlo), finirete per perdere l’energia motivazionale e abbandonarvi bene presto, inesorabilmente, alla confortante comodità del divano. Correte, camminate (in modo celere, possibilmente), nuotate, pedalate… insomma fate l’attività fisica che più vi aggrada, siate costanti e come ogni cosa, non ne siate ossessionati, altrimenti si trasformerà anch’essa in una schiavitù personale.

#4. Fare una giornata detox, di tanto in tanto, non è così tragico. Così la sera seguente potrete gustarvi una fetta di torta al cioccolato fondente, senza grandi sensi di colpa.

#5. Sperimentate. Seguire un’alimentazione equilibrata e salutare non significa mangiare tutti i giorni riso integrale (bollito) e broccoli (bolliti), senza alcun condimento. Cercate nuove ricette su internet e mettevi ai fornelli; provate nuovi sapori e diversi metodi di cottura. Scegliete con cura gli ingredienti, cucinate ascoltando un po’ di jazz, circondatevi di odori e sapori travolgenti. Vedrete che rimarrete magre e belle senza alcun sacrificio.

metabolismo e felicità