Sono stata la figlia più desiderata di casa. Mi sono fatta aspettare per cinque anni prima dei canonici nove mesi. Poi sono nata. Femmina, come volevano i miei.

Cioè, come voleva mia mamma e, di conseguenza, mio papà, snervato da una donna, la sua, che senza una bimba non poteva stare. Così nasce la sottoscritta secondogenita, fiocco rosa sulla porta e… manco il tempo di viziarla come si deve che arriva il fratello a sorpresa, cambiando o, meglio, stravolgendo le carte in tavola.

Unica femmina in mezzo a due maschi, come a dire: da principessina a piccola Mowgli nella giungla fraterna. Bene. Interessante. E quindi? Beh, ciclicamente penso: ma che razza di sfiga! Perché? Beh, ma su tre dovevo essere proprio io la femmina?

Cari ragazzi, vi rendete conto di quanto siete fortunati? Sì, no, forse? Nel dubbio, ecco perché (vi invidio).

1. Fate la pipì in piedi. Ovunque.

2. Niente ceretta, ciclo, gravidanza, parto.

3. E niente tacchi! Che, saranno belli, slanceranno le gambe, ma non sono proprio comodissimi e, alla lunga, fanno un male infernale. Le “scarpe di legno”? Fatevi un giro su dei sandali alti minimo 12 centimetri per quattro ore di fila e poi ne riparliamo.

4. Dai 18esimi ai matrimoni, passando per ricevimenti e occasioni “speciali-formali”, in abito siete perfetti (e state pure molto bene). Se vi va male, smoking o tight e avete risolto. Non avete l’uno, l’altro o entrambi? Opzione 1: li comprate una volta e siete a posto per la vita. Opzione 2: li affittate e tanti baci. Volete mettere andare alla ricerca di un vestito diverso praticamente per ogni santa occasione?

5. Non sapete cosa sia un phon (“elettrodomestico spara-aria-calda fastidioso che non solo fa rumore, ma, di tanto in tanto, fa anche saltare la luce”, cit.). Idem il tempo e la noia necessari per pettinarsi, asciugarsi e acconciarsi ‘sti dannati-osannati capelli (lunghi). Una passata di asciugamano e in cinque secondi siete pronti. Fortunati voi!

6. Calcio e play-station, fede e passione. A trovare un’accoppiata di passatempi (concedetemi il termine) così coinvolgente al femminile!

7. Uscite di casa al mattino senza dover pensare alla mise che meglio si adatta al contesto lavorativo e a quello extra-lavorativo. Per dirla facile: noi la mattina dobbiamo concentrarci per scegliere come vestirci per andare al lavoro e poi, dirette, all’aperitivo/cena. Mica facile. Sono problemi. Grandi problemi.

8. Ci potete tampinare, corteggiare, conquistare. Ma soprattutto ci potete provare, senza tanti scrupoli e pudori. O la va o la spacca (e chissenefrega di un due di picche, parere personale). Ribadisco: fortunati voi!

9. Se vi lasciamo, scarichiamo, tradiamo, potete anche starci male, odiarci, impiccarci. Ma in un lampo vi riprendete grazie al chiodo-schiaccia-chiodo sempre a portata di mano; e poi non state lì a ricamare e rimuginare.

10. Avete una mente logica, chiara, lineare. Che vede e che rende tutto più semplice e meno contorto. Mi rilassa solo scriverlo.