La lavastoviglie, gioia e maledizione di tante mamme, papà, nonne e studenti fuori sede.

Non lasciatevi ingannare dalle apparenze: lo sappiamo che pensate che caricare la lavastoviglie, per certi versi, sia un’operazione banale, alla portata di tutti. Ma siete davvero sicuri di saper DAVVERO fare la lavastoviglie? Sì, perché, con un po’ di attenzione e con un minimo di sforzo in più riuscirete a ottenere posate e piatti cento volte più puliti, oltre ad ammortizzare i costi di energia ed elettricità. Come? Seguendo i nostri consigli!

Scegliere un buon elettrodomestico

Se il vostro elettrodomestico salvavita vi ha abbandonato di recente o volete mettere in pensione il dispendioso e obsoleto modello in vostro possesso, sarebbe cosa buona e giusta che al momento dell’acquisto vi orientaste su una delle macchine più recenti, di classe A+ o superiore, che consumano meno energia e meno acqua. Sceglietela inoltre della capienza più adatta alle esigenze della vostra famiglia e collegatela direttamente alla tubatura dell’acqua calda.

Accorgimenti per un uso ottimale

Ecco qualche suggerimento per ottenere il massimo dalla vostra lavastoviglie:

– Evitate il prelavaggio e l’asciugatura automatica: lo sapete vero che le stoviglie si possono risciacquare prima sotto il rubinetto? In questo modo risparmierete sia tempo sia denaro.

– Utilizzate la lavastoviglie a pieno carico e utilizzando i cicli economici. Infatti 45° sono più che sufficienti per un lavaggio adeguato e una temperatura maggiore rappresenta solo un’inutile spreco di energia. Se le incrostazioni sono particolarmente ostiche, prima di inserire i piatti in lavastoviglie, servitevi di una spugnetta per sciogliere a mano le incrostazioni più difficili.

– Pulite regolarmente i filtri (almeno ogni 5 lavaggi) e utilizzate il sale per prevenire la formazione del calcare (basta inserirlo nell’apposito contenitore). Questa pratica è necessaria per far fronte al problema costituito dall’ “acqua dura”, che danneggia la lavastoviglie, rende meno efficace il detersivo e meno splendenti le stoviglie.

– Non usate eccessive quantità di detergente nell’apparecchio. Questa cattiva abitudine, a lungo andare, rischia di aggredire colore e brillantezza dei nostri servizi di porcellana e dei bicchieri.

– Sistemate tutti i vostri accessori in modo che siano perfettamente stabili e che tazze e bicchieri siano inclinate in modo da permettere all’acqua di scolare. Per un lavaggio ottimale vi consigliamo di sistemare bicchieri e tazze nel cesto superiore, mentre le pentole nel cesto inferiore.

– Verificate inoltre che i bracci lavanti siano liberi di girare liberamente.

– Per far asciugare in breve tempo le stoviglie ed evitare così il formarsi di cattivi odori, aprite lo sportello alla fine del lavaggio: così facendo consumerete il 40% in meno di energia!