L’uomo con l’assorbente no.  Proprio oggi è stato stra mi piaciato, commentato e ritwittato un post della 27esima ora secondo cui fidanzarsi a Milano sarebbe ormai una missione impossibile. Per la giornalista autrice del pezzo Alessandra Dal Monte le colpe  di questa incresciosa situazione sarebbero molteplici: dalla bulimia di incontri che la città offre, alla paura che ognuno di noi ha di mettersi in gioco e di rischiare. 

Proprio nella città in cui esprimere sentimenti sembra vietato, la mia, la giornalista della 27esima ora ci tiene a specificare che: “Sia chiaro: questo non è un j’accuse contro gli uomini. Ci comportiamo tutti allo stesso modo, ragazze incluse. E finisce che, pur di non farci male, se incontriamo qualcuno che ci piace non glielo dimostriamo”.

Fino a stasera il mio punto di vista era assolutamente allineato con il post in questione, nessun j’accuse contro gli uomini, anche noi donne in fondo sappiamo essere indifferenti come loro, siamo tutti uguali…fino a stasera dicevo…perché dopo aver visto la nascita del patello per LUI in me è scattato qualcosa di importante e irreversibile: non è che il problema si pone proprio perché ormai siamo troppo uguali?

tena2

Il diritto, o croce che dir si voglia, di indossare “in quei giorni” gli assorbenti era una delle poche cose che ci rendevano donne sopra ogni ragionevole dubbio.

“Protagonista del tuo tempo, protagonista della tua sessualitàààà…protagonista dei tuoi wurstel di cotoneee” cantava Elio in “Essere donna oggi”.
I nostri “piccoli amici di ovatta” da oggi non saranno più solo nostri…baluardo della nostra femminilità, giardino segreto, forse l’ultimo, motivo d’infinite scuse sul lavoro e fra gli amici: “No stasera proprio non posso…sai com’è…?!”

Cosa ne sarà di noi?! Ok, lo so, stiamo parlando di perdite urinarie ma giuratemi che, pur sapendolo, guardando l’immagine raccapricciante della pubblicità della Tena, non avete avuto un moto di ansia (seguito a ruota da uno di risa).

Perché lo slogan?

Punta su una complicità tutta rosa (fino a oggi) della serie “non lo dire a nessuno, sarà il nostro piccolo segreto”.

A parte che vorrei sapere chi è il modello che si è prestato, povera stella.

In fondo Michelle Hunziker ha cominciato prestando il lato B a Roberta, chissà mai che al giovane in questione non si apra un domani il luccicante mondo dello spettacolo.

LEI: “Amore ma cos’hai stasera?”

LUI: “No guarda, lasciami perdere, ho un diavolo per capello, sono isterico, sento che stanno per venirmi e non li ho messi nel borsello…in caso ne hai uno dietro tu?

E’ questo che dobbiamo aspettarci? Dobbiamo davvero cominciare ad accettare che in fondo Il principe azzurro aveva un pacco così solo perché indossava gli antesignani medievali degli attuali ultra slim?

Non ci bastavano i mammoni e i bamboccioni, forse in futuro ci toccherà anche cambiargli il pannolino sul fasciatoio e mettergli il borotalco.

Uomini, parlo con voi, ma non avete ancora capito che le donne non vogliono niente di più di un uomo?!
Maschio, etero, semplice, responsabile, sensibile, sicuro di sé, risolto e simpatico.

W l’idraulico e che Dio ci aiuti.

tena1