Quante volte vi siete trovati a maledire la valigia che vi faceva compagnia in vacanza? A me onestamente è capitato spesso, l’offerta sul mercato è tanta: forme, colori, dimensioni, ruote, manici, zip, ganci, materiali, trolley, sacche, borsoni, ce ne sono davvero per ogni gusto e portafogli… forse per questo è così facile sbagliare.

Vero è che la valigia sbagliata può compromettere anche la più pianificata delle fughe.
Certo tutto dipende dove si ha intenzione di andare: il modello “condominio a porter” in fibra di carbonio, amminoacidi ramificati, con rotelle di amianto e cerchi in lega, in genere può farvi fare la vostra porca figura se alloggiate al Four Seasons, ma di contro può farvi odiare da tutti se state per fare una vacanza in barca a vela. Al contrario, se avete in programma un viaggio all’avventura, sarete voi a detestare dopo pochi minuti dalla partenza la morbida e fashionista sacca di pelle da portare a mano che vi farà ricordare perché l’invenzione della ruota ha cambiato in meglio le vicende dell’umanità.

La valigia perfetta forse non esiste, ma di certo anni di errori e valigie sbagliate mi hanno aiutato a fare questa lista: le 10 più una caratteristiche must have della mia valigia perfetta.

Valigia_eastpak_1

1 – Deve essere morbida e capiente. La morbidezza mi regala sempre un po’ di margine sugli acquisti che faccio in vacanza. Se parto con una valigia che è sempre lì lì per esplodere devo comunque sempre poter trovare un piccolo pertugio per infilare quel qualcosa che non potevo proprio non comperare. La valigia rigida è meno accomodante, la morbida mi perdona quasi tutto.

2 – La rotelle per me sono la vita, certo la sacca ha tutto un altro charme ma lo charme va a farsi benedire quando hai una pezza che va dal gomito alla vita, quindi tanto vale cedere alle ruote e non pensarci più.

Valigia_eastpak_2

3 – Deve essere colorata, intanto perché è allegra, poi perché è molto più difficile da confondere e allo stesso tempo molto più facile da trovare se mescolata a tante altre. Tempo fa avevo anche letto che vengono rubate di meno… chissà poi se è vero.

4 – Deve avere delle maniglie comode: perché essere obbligati a scegliere fra rotelle e maniglie quando si  possono avere entrambe? Le scale poi, è innegabile, sono ovunque.

Valigia-eastpak-3

5 – Deve rimanere in piedi da sola (anche da piena). Quanto è insopportabile quando metti la valigia in piedi, magari in uno spazio affollato, ti allontani un secondo e lei “ploff” si abbatte mollemente finendo il chihuahua della vicina?

Valigia-eastpak-4

6 – Compatta, deve occupare poco spazio: enorme dentro, piccolissima fuori… nessuno deve sospettare che stai viaggiando con un phon grande come quello della Principessa Leyla in “Balle spaziali”.

Valigia-eastpak-5

7 – Pensata e studiata anche per i nastri degli aeroporti: se è troppo larga è più facile che si incastri o che cada.

Valigia-eastpak-6

8 – Non deve “deragliare”. Avete presente la scena tipo in cui siete in super ritardo, il treno sta per partire, cominciate a correre e la valigia dietro di voi continua a cappottarsi a destra e sinistra slogandovi il polso? Che nervoso!

Valigia-eastpak-7

9 – Deve essere versatile e cioè quella giusta via di mezzo fra elegante, sportiva, pratica, divertente e particolare, caratteristiche che la rendano poi semplicemente bella da vedere: come sempre anche l’occhio vuole la sua parte.

10 – Non dimentico la qualità: la valigia perfetta è una su cui puoi contare, una che non ti si apre in due nel Borneo lasciandoti in braghe di tela. Bella ma anche robusta e resistente agli attacchi di shopping compulsivo.

valigia-eastpak-8

11. Io mi fido del prossimo mio ma la mia valigia non può permettersi questo lusso quindi, più che fondamentale, la valigia perfetta deve essere anche anti-furto e quindi con la possibilità di avere un lucchetto.