La convivenza regala sempre grandi emozioni, il primo bucato, montagne di vestiti da stirare e soprattutto combattere le macchie “assassine”. Ecco qualche trucco della smacchiatura rapida e indolore.

Le peggiori a mio parere sono le macchie di vino rosso un grande classico delle serate con gli amici, basta un attimo e il bicchiere cade sulla tovaglia di lino o ancora peggio sui pantaloni. Niente panico, la prima regola base è quella di tamponare con uno straccio asciutto.

Tolto il vino in eccesso allora si passa una spugna con acqua calda e sapone, una volta asciugata la macchia sarà scomparsa come per magia (o quasi). Se invece è una macchia secca allora la questione si fa più complicata, meglio un buon mix di acqua e aceto bianco oppure un buon smacchiatore.

Il vecchio rimedio della nonna funziona sempre, cospargendo con un po’ di sale la macchina, capace di assorbire il liquido. Oppure potete sfruttare il fattaccio come scusa per compare un altro paio di pantaloni, 😉

Altre macchie ostiche

Un’altra macchia difficile da combattere è quella di caffè che puntualmente si forma la mattina, quando siete in ritardo, state per perdere il treno e la tazzina come per magia vi si rovescia addosso, magari su una bella camicia bianca. Il rimedio più sicuro è una spugnetta imbevuta di acqua calda con cui tamponare la macchia. Successivamente bisognerà passarci dell’aceto bianco per rimuovere l’alone giallastro del caffè.

Infine c’è la macchia di rossetto quella che regala anche qualche dubbio sulla propria relazione. D’altronde nel 90% dei casi, il bacio su colletto di camicia, chissà perché, non appartiene mai alla compagna ufficiale.

Comunque, per cancellare la prova tangibile del peccato, se si tratta di cotone, si può pulire con dell’alcool; se invece si tratta di tessuti più delicati, allora meglio uno smacchiatore di buona qualità e un lavaggio in lavatrice, per cancellare anche i segni del misfatto.