Quando hai vent’anni, ti dicono “sei giovane, vivi la tua vita” è un modo per farti sentire sereno, perchè tutti vogliono il tuo bene e perchè sai che a vent’anni ti accadono solo belle.
Ti fanno credere che le cose brutte non ti accadranno mai. A vent’anni al massimo ci sono le litigate con gli amici, le lacrime per una storia finita o per un esame andato a male, tutto si supera tutto è diverso. Ma sfortunatamente la vita non è così semplice…”la vita è un brivido che vola via è tutto un equilibrio sopra la follia.

Quando hai vent’anni vivi spensierato, le tue più grandi preoccupazioni sono “come mi vesto stasera?”, perchè tutto è così semplice, sembra di vivere in una bolla d’aria, in mondo in cui è tutto perfetto, in cui i ricordi più belli sono le notti d’estate con gli amici di sempre, sono le vacanze al mare, la musica il divertimento.

E poi arriva quel giorno in cui tutto crolla, senza avviso arriva e ti paralizza, e capisci davvero che ogni cosa può cambiare da un momento all’altro. Perchè ci sono avvenimenti che ti prendono alla sprovvista ti colgono impreparata, non sai cosa dire, cosa pensare, ti ritrovi svuotata come se nulla contasse più.

Uno di quei giorni che ti segnano la vita per sempre, di quelle persone che ti restano dentro e che sai che non torneranno più, ma inerosabilmente ti giri a cercare nei luoghi di sempre. Sì perchè a vent’anni ci sono incidenti che strappano vite, sogni e desideri.

Ci sono lacrime, ricordi che solo con il tempo ti fortificano, ti fanno sentire una persona diversa, ti sbattono in faccia la cruda realtà e ti accorgi di dover crescere all’improvviso, affrontando la realtà.

Ti fanno capire quanto ogni piccolo attimo sia davvero un dono. Ti plasmano e ti insegnano a capire quali sono i valori e le persone che ogni giorno nel bene e nel male stanno al tuo fianco. Perchè a vent’anni hai una vita da scrivere ogni giorno.