La caduta dei capelli, per le donne, è un evento destabilizzante che mina la loro immagine.
Con questa mini guida voglio darvi alcuni suggerimenti che contribuiranno a mantenere la vostra chioma in perfetta salute.
LA CADUTA DEI CAPELLI: CAUSE E PREVENZIONE

La caduta dei capelli è un fenomeno frequente le cui cause sono molteplici. Si tratta, nella maggior parte dei casi, di un accadimento tipico dell’autunno e della primavera, ma talvolta le sue ragioni sono ben più profonde. Una perdita copiosa può, per esempio, essere la risposta dell’organismo a stress, traumi, squilibri ormonali e patologie a carico della tiroide.
Per stabilire la natura del problema e le sue possibili soluzioni è necessario soffermarsi su diversi fattori: quantità di capelli caduti, durata dell’evento e periodo dell’anno in cui si manifesta.

Ogni persona perde, in media, fino a 100 capelli al giorno: il superamento di tale soglia può, però, essere il sintomo di qualcosa che vi consiglio di approfondire nelle opportune sedi. La caduta stagionale è, infatti, un fenomeno fisiologico nel corso del quale i capelli vecchi lasciano il posto a quelli nuovi, più forti.

In questi casi per limitarne la caduta, è consigliabile utilizzare prodotti quali shampoo e balsamo poco aggressivi e parallelamente assumere delle pillole anticaduta specifiche per capelli che mirano a rinforzare la chioma dall’interno. Se invece la caduta si protrae per un lasso temporale superiore ai due mesi, allora vi suggerisco di indagare il fenomeno sottoponendovi ad una visita tricologica.

Un evento di questo tipo può essere accompagnato dalla comparsa di zone completamente prive di capelli; questo disturbo, noto come alopecia, richiede infatti una precisa valutazione da parte di uno specialista. Infine, come ultimo consiglio, analizzate attentamente il vostro stile di vita e le vostre abitudini alimentari, che possono contribuire alla perdita dei capelli.

COME SPAZZOLARE I CAPELLI

Chissà quante volte al giorno vi spazzolate i capelli nel modo sbagliato. Desidero darvi alcuni suggerimenti pratici, che possono rivelarsi molto utili: evitate di usare la spazzola dalle radici verso le punte, non farete altro che spezzare i capelli e strappare il bulbo. Districateli, invece, con le dite e solo dopo spazzolateli.

Questo iter è l’ideale, anche, prima di lavarli: servitevi di un pettine a denti larghi e ricordate che i capelli bagnati sono più fragili. Utilizzate spray nutrienti ed oli, ma soprattutto una spazzola di qualità. Infine rimuovete da quest’ultima i capelli e lavatela spesso.

L’ESFOLIAZIONE DEL CUOIO CAPELLUTO

Il cuoio capelluto è ricco di ghiandole sebacee produttrici di sebo: i capelli risultano, perciò, lucenti, morbidi e forti. Un eccesso di sebo però può indurre forfora, dermatite seborroica ed altri disturbi. È per questo motivo che molti parrucchieri procedono a esfoliare regolarmente il cuoio capelluto, come dimostra questo video diventato virale.

Quest’operazione, per quanto alle volte poco conosciuta, è molto utile per prevenire la forfora, donare nuova vita al cuoio capelluto e di conseguenza alla nostra chioma. È consigliabile ripeterla anche due volte al mese: procedere è molto facile, basta utilizzare una spazzola o un pettine e sfregare la cute. Il trattamento prevede, al fine di eliminare i residui, non solo un massaggio delicato con la spazzola, ma anche una maschera specifica da lasciare in posa per circa dieci minuti.