No Kevin, questo non me lo dovevi fare.

Io ho sempre tifato per te, quando, con pazienza infinita, imparavi a inseguire i Tatanka di Alzata con Pugno, quando ti beccavi le pallottole al posto di Whitney Houston, quando costruivi campi da Baseball nell’Iowa per rivedere ancora una volta tuo padre. Quando mandavi in galera Al Capone.

Poi ho storto un po’ il naso quando ti ho visto camminare in una Valle Verde pensando che fosse una sbandata momentanea ed ero convinto che non ci saresti ricaduto.

Costner-FOTO-1

Infine, l’altra sera, ti ho visto in Tv, doppiato come in un film, mentre minacci di giustiziare un tonno con un grissino. Tu, che in Waterworld con i tonni ci nuotavi e avevi pure le dita palmate. Ma cosa vi spinge, a voi Star di Hollywood, a venire qui in Italia a girare questi spot (che solo raramente vi rendono onore) dei quali peraltro in madrepatria vi vergognate?

I soldi, certo, non riesco a trovare un’altra ragione. I cachet delle star americane vanno dai 300 ai 750mila Euro e, per quella cifra, chiunque si sputtanerebbe tagliando un tonno con un grissino. E dire che non sei neanche in brutta compagnia.

banderas spot

Lasciamo perdere Banderas, che ormai è irrecuperabile, visto che sono due anni che parla con le galline (e comunque almeno, lo fa con la sua voce e sembra pure convinto).

Owen Wilson, dopo aver lavorato nei capolavori del cinema firmati Wes Anderson, appare in questi giorni sul discutibile spot del Crodino e il bel George, dopo essere sopravvissuto ai tombini pieni di fibre ottiche (immagina… puoi!) adesso si lascia stalkerizzare dalle sue fan bombate di caffeina (George Clooney is inside!!!).

Basta! Cambio canale e mi sintonizzo sul 43 lasciandomi ipnotizzare da Peppa Pig.

costner-foto3

Una riflessione, anzi, un minuto di silenzio, lo meritano anche le imbarazzanti recenti ospitate di Matthew Mc Conaughey e Robert De Niro ad “Amici“. Uomini con lo sguardo perso nella noia interiore, che desidererebbero essere in diecimila altri posti piuttosto che condividere la serata con Maria de Filippi, buttati lì dai loro manager con improbabili argomentazioni legate all’audience.

Figlioli, lasciate perdere, il tonno e il Crodino e la Maria si vendono lo stesso anche senza di voi. Ve la do io l’America, anzi, “ve ce manno”.